RSS
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Percorso turistico e goloso in Liguria: Lerici e Bocca di Magra

Lerici, già citata come l’antico Portus Erici da Tolomeo, per la prima volta è chiamata Mons Illicis, nell’atto di cessione fatto dai signori di Vezzano ai Genovesi nel 1152.

Situata sulla sponda orientale dell’incantevole Golfo dei Poeti, Lerici  gode di un clima mite che richiama turisti tutto l’anno. Nelle sue pittoresche e suggestive frazioni, San Terenzo e Tellaro,  vi soggiornarono artisti e letterati famosi come Byron, Bocklin, D.H. Lawrence, Mantegazza,  Shelley e, più tardi, Mario Soldati.

Dalla cucina di ottimi ristoranti, golosi piatti marinari, come impone l’usanza locale. Quindi muscoli al verde, acciughe in vari modi, zuppe di pesce e di mitili, torte di erbe spontanee, pesci in diversi modi, come pure il polpo. Il tutto, abbinato sia al secco e sapido Cinque Terre che ai vini Colli di Luni Vermentino. Tra i dolci, la spungata.

Bocca di Magra

Bocca di Magra, situata sulla sponda destra del fiume omonimo, possiede una piccola spiaggia.
Moltissime imbarcazioni multicolori ne vivacizzano il paesaggio sereno.
Ai lati del delta del Magra, contornati da una vegetazione lussureggiante, pescatori pazienti, attendono che il pesce abbocchi.

La cucina di questa piccola zona è legata ai prodotti del mare e, dall’interno, ad ortaggi e carne.
Gustosi fuori pasto, come panigazzi, sgabei e la scarpazza (polpettone di zucca, cipolle ed erbe).
Tra i primi, antipasti caldi di pesce e molluschi, pesce azzurro e pregiato al tegame o al forno, minestre di legumi ed ortaggi, ravioli di pesce e di magro, torte di verdure, pollame e coniglio in umido e al forno.
Durante il periodo della caccia, con anatre selvatiche e folaghe, vengono fatti straordinari secondi.
I vini con cui si abbinano al meglio, sono quelli Doc Colli di Luni.
Dolci la spungata e il buccellato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *