RSS
TwitterFacebookPinterestGoogle+

Il futuro in bianco e nero

Affiorano nei discorsi tra amici, sui social e altri messi di comnicazione, immagini, ricordi di un tempo passato.
Che poi tanto passato non è.
Si tratta a volte solo di trenta anni. Che sono un soffio di Tempo.
Ma in questo Tempo che si sta polverizzando sotto la pressione di un Mondo nuovo, trenta anni sono diventati un’Era.

bianconero2

Fotografia di Giovanna Ferrari

La Storia, materia solo all’apparenza noiosa, a saperla ascoltare ci parla di cambiamento, di vite vissute per determinarlo: se non ci fosse stato un cambiamento costante, lento ma inesorabile, saremmo forse ancora qui a bruciare legnetti per scaldarci.
Ma la Storia dice che i cambiamenti hanno avuto bisogno di tempo, per diventare realtà.
Invece, in soli trenta anni, abbiamo bruciato i Tempi.
Viviamo dentro un vortice inarrestabile e quando appena ci sembra di aver capito, di avere in mano tutto…tutto cambia, più veloce del nostro pensiero!
Forse, Tempi simili ai nostri, leggendo nella Storia, sono già stati vissuti: la fine del Sacro Romano Impero, e la confusione, il degrado generato dalla fine delle certezze, degli usi, delle leggi nei quali fino ad un determinato momento, gli uomini si erano riconosciuti.
Si chiamano “Anni bui” gli anni che si sono succeduti a quella fine. Anni nei quali disperatamente si cercava un nuovo inizio.
Qualcuno, in quel periodo pensò di mettere al sicuro tutto ciò che non si voleva perdere nel nuovo viaggio: nelle Abbazie, nei Conventi si teneva memoria scritta di quanto accaduto, pensato,scoperto, fino a quel momento.
Per tenersi saldi a qualcosa, almeno.

Fotografia di Giovanna Ferrari

Fotografia di Giovanna Ferrari

E’ quello che succede sui social sul web, invaso di immagini in bianco e nero.
Non liquidiamole come nostalgia.
Sono molto di più.
E’ un modo di annotare da dove veniamo, i nomi delle cose, alle loro origini.
Alle nostre origini. A Savona come a …Pescara o Torino: esiste una pagina social dedicata a queste…annotazioni.
Perchè quando non sappiamo dove stiamo andando, comunque quelle cose, rimarranno con noi.

1 commento

  1. Giovanna Ferrari Commenta

    Grazie Luciana
    per aver scelto le foto per la nostra Savona!
    Certo le origini a volte si perdono o meglio…in questi tempi di cambiamento…si allontanano…
    A volte mi chiedo «Dove corriamo…dove andiamo?…»
    Rallentiamo…guardiamoci intorno…abbiamo angoli e scorci mai visti
    questo ci fa bene all’anima…ci fa apprezzare e ricordare…
    le nostre origini… <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *